Il team manager Reverberi: “Da Francia e Slovenia risultati che danno morale: ora serve continuità”

Arrivano segnali incoraggianti per la Bardiani-CSF dalle ultime trasferte in Francia e Slovenia. Impegnati in due corse a tappe, la Route d’Occitanie e il Tour of Slovenia, i ragazzi del #GreenTeam si sono dimostrati competitivi e decisi a lasciare un segno sulla seconda parte della stagione.

In Francia, Giovanni Carboni, dopo un Giro d’Italia di spessore che l’ha visto emergere come uno dei giovani italiani più interessanti, ha confermato il buon livello di forma giocandosela con un parterre di tutto rispetto, guidato dal Campione del Mondo Valverde. Il marchigiano è stato il più competitivo per la Bardiani-CSF, chiudendo le due tappe di montagna tra i primi dieci (9° e 8°),  piazzandosi sesto nella classifica finale (+ 1’30” dal vincitore Valverde) e terzo nella classifica giovani. Bene anche i giovanissimi scalatori classe ’97 Luca Covili, anch’egli reduce da un buon debutto al Giro d’Italia, e Francesco Romano, in fuga nella tappa regina della corsa. Da sottolineare anche il nono posto di Michael Bresciani nella volata seconda tappa.

Al Tour of Slovenia, meno adatto agli scalatori ma di certo non meno esigente, si sono distinti, su tutti, Lorenzo Rota, Daniel Savini e Vincenzo Albanese. Il primo ha concluso la corsa al decimo posto in classifica generale (+ 4’49” dal vincitore Ulissi) e, con lo stesso piazzamento, la tappa regina della corsa. Il classe ’97 Savini ha chiuso secondo nella classifica dei giovani, mentre Albanese ha brillato nell’ultima tappa con un onorevole sesto posto.

“Route d’Occitanie e Tour of Slovenia erano due corse dalle quali ci aspettavamo segnali di crescita. Torniamo in Italia con il morale sollevato” ha affermato il team manager Roberto Reverberi. “Domenica ci aspetta una gara importante, il Campionato Italiano, a cui farà seguito un calendario lungo quattro mesi e fitto di eventi. C’è la forte volontà di dare una sterzata alla stagione, di mostrare che i risultati ottenuti finora non rispecchiano il reale valore della squadra. Ci aspettiamo che queste ultime buone prestazioni non rimangano isolate. Serve continuità di rendimento e convinzione”.

Come accennato, la Bardiani-CSF si proietterà ora sui campionato nazionali: venerdì la prova a cronometro a Bedonia (Parma) di 34 km e domenica la prova in linea da Borgo Val di Taro a Compiano (sempre in provincia di Parma) di 227 km.