La crono Riccione-San Marino vede Peters colmare il gap e conquistare la leadership

La maglia bianca cambia corridore e, dopo tre giorni, passa dalle spalle di Giovanni Carboni su quelle del francese Peters. Dopo la cronometro Riccione – San Marino, corsa oggi su una distanza di 34.8 km, il marchigiano della Bardiani-CSF ha dovuto cedere la leadership della classifica giovani in favore del corridore dell’AG2R che, km dopo km, gli ha rosicchiato i 28” che aveva di ritardo, accumulando un ulteriore vantaggio di 1’08”. Per soli tre secondi anche Madouas, terzo fino a ieri, ha passato Carboni, facendolo così scivolare in terza posizione. In classifica generale il marchigiano è nono, a 3’30” da Conti che si conferma maglia rosa.

“Dispiace perchè ho fatto la cronometro al massimo delle mie possibilità e speravo proprio di riuscire a tenere la maglia” ha spiegato Carboni. “Vestirla per tre giorni è stato un grande orgoglio. La condizione è più che buona. Ora vediamo, giorno dopo giorno, come poterla sfruttare appieno”.

Carboni ha concluso la prova con il tempo di 57’15”  e con una velocità media di 36.4 km/h. Il vincitore è stato, come nella crono di Bologna, lo sloveno Roglic. Domani la carovana del Giro si fermerà per il primo giorno di riposo per poi riprendere martedì con la Ravenna-Modena di 145 km.