Il progetto sportivo del #GreenTeam nasce nel 2013, anno in cui Bardiani Valvole e CSF diventano title sponsor della formazione ciclistica più longeva del ciclismo mondiale, quella creata e gestita da Bruno e Roberto Reverberi.

Alla base della scelta c’è un’idea precisa e con una forte identità: investire in una squadra composta esclusivamente da corridori italiani e capace di distinguersi come fucina di giovani talenti.

Sin dalla sua creazione la Bardiani-CSF è stata la formazione professionistica più giovane al mondo, conquistando anno dopo anno riconoscimento e prestigio del pubblico e tutti gli stakeholder del ciclismo.
Grazie agli ottimi risultati ottenuti, sia sportivi che d’immagine, Bardiani Valvole e CSF Inox hanno deciso di prolungare il proprio impegno fino al 2018 e di siglare un’opzione fino al 2020.

Il progetto #GreenTeam, innovativo e distintivo nel ciclismo moderno, per Bruno Reverberi significa porre il sigillo ad una storia lunga 36 anni.

Il progetto #GreenTeam, infatti, trova le sue radici già nel 1982, quando Reverberi creò il suo primo team, la Termolan-Galli, nella quale divenne professionista un certo Davide Cassani. L’attuale commissario tecnico azzurro fu solo il primo di una lunga lista di talenti italiani che comprende, su tutti, PetacchiGuidiContiGueriniZanini e, in epoca recente, ColbrelliModoloPozzovivo, Brambilla, Battaglin, Canola e Ciccone.

Oltre al debutto nel ciclismo professionistico il 1982 fu la la prima presenza di una squadra Reverberi al Giro d’Italia.
Un’esperienza che, anno dopo anno, è proseguita ininterrottamente fino al 2009, unica eccezione, e ripresa l’anno seguente fino ai giorni d’oggi.

In 36 edizioni delle Corsa Rosa le squadre di Reverberi hanno ottenuto ben 27 successi di tappa e conquistato sei maglie (giovani, tre volte montagna, a punti e intergiro).

Con la nascita del Pro Team Bardiani-CSF e del #GreenTeam, dal 2013 la squadra si è distinta anche per essere la più giovane formazione al via, a dimostrazione della validità e della forza del progetto sportivo.